Under 14: sconfitta inevitabile

Pallacanestro Alassio vince, dominando, la seconda di ritorno del Campionato Under 14 Élite contro una squadra decimata dalle assenze.

La gara ha un andamento a senso unico, con i padroni di casa avanti già dalle primissime battute, senza essere praticamente mai in difficoltà, contro i nostri 5 superstiti più il rientrante Alessandro Messa, fermo da circa 7 mesi. Le assenze hanno pesato oltremodo e i ragazzi non sono riusciti a mettere in campo quel qualcosa in più per contenere il passivo a -16 che ci avrebbe consentito il vantaggio in caso di parità in classifica alla fine della regular season.

Vediamo il commento di coach Campisi: “Ci hanno dato una sonora lezione di pallacanestro, meritatamente vinta di 38 punti senza rubare nulla. Ci hanno punito mentre noi abbiamo peccato di presunzione. La scusante, sia pur importante dell’assenza di Alessandro Morando e dei cambi di Federico Losno e Andrea Segato, non giustifica l’umiliazione. Non siamo stati capaci di contenere il passivo a 16 punti per la classifica perché abbiamo perso la testa e non abbiamo seguito le indicazioni preparate martedì e mercoledì. Troppi giocatori sotto tono incapaci di reagire. Siamo partiti perdenti ma nel peggiore dei modi. Non ne salvo uno di quelli che normalmente giocano da sempre, una menzione positiva per Alessandro Messa che si è impegnato al massimo e ha fatto bene considerando il fatto che è da 7 mesi che non gioca. Ripeto un bagno di umiltà che ci deve servire per il futuro, e già da domenica U15 contro il Vado vorrei vedere una reazione collettiva!“.

Comunque sia andata non facciamone un dramma, in fondo è solo una partita di Basket, giocata da ragazzi di 13 anni che vogliono divertirsi e sentirsi vivi.

 

Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.